TIA Portal (Totally Integrated Automation) e’ la piattaforma di Engineering della Siemens, che integra in un solo ambiente la programmazione dei plc  S7-300/400 e 1200, insieme ai Simatic Panel HMI. E’ questo il vero punto di forza di questa nuova “suite“, l’integrazione. Database comuni da utilizzare sia per i plc che per i terminali, con un semplice click del mouse.

Attualmente è disponibile nelle versioni Step7 Basic V11 per i plc S7-1200,  e Step7 Professional V11 per i plc S7-300/400 e S7-1200. L’unico plc (a parte il vecchio S5) escluso e non gestito nel nuovo ambiente e’ il plc S7-200, per via della sua architettura sia hardware che software completamente differente. All’interno della Suite e in entrambe le versioni, e’ presente WinCC Basic V11, per la programmazione dei Basic Panel HMI.

A parte la veste grafica totalmente rinnovata, per consentire un piu’ veloce approccio alla programmazione, tra le novità piu’ interessanti c’è sicuramente il nuovo compilatore ottimizzato per il linguaggio SCL, adesso utilizzabile anche per il plc S7-1200. Il linguaggio SCL e’ un vero e proprio linguaggio ad alto livello, risponde alle normative 61131-3, e nel plc S7-1200 prende il posto dell’ormai storico, ma anacronistico, AWL.   

Altra novita’ di rilievo e’ rappresentata dall’inserimento del prefisso “%”, che precede qualsiasi tipo di variabile, sia interna che fisica. Anche questo aspetto va nella direzione di rispettare le normative internazionali, che sempre piu’ pressanti richiedono la normalizzazione della programamazione dei plc (vedi normativa 61131-3).

Grazie alla gestione centralizzata dei dati, ogni modifica realizzata su un dispositivo (per esempio Plc), viene riportata automaticamente su tutti i dispositivi concorrenti (esempio Basic Panel), con un ovvio vantaggio in termini di tempi di sviluppo delle applicazioni da realizzare. Migliorare la produttivita’ e’ sicuramente un aspetto molto importante per chi sviluppa software tutti i giorni.

Per sfruttare al meglio le innumerevoli funzionalità del Tia Portal, per esempio le finestre multifunzionali che cambiano aspetto a seconda del prodotto in programmazione)  sarebbe consigliabile l’utilizzo dei 16:9, oppure con il classico 4:3 consiglio di aumentare la risoluzione almeno a 1280×1024.

La portabilità dal vecchio Step7 Professional (per quanto riguarda i plc S7300-400) viene garantita dai Tool di conversione, anche se per esperienza questi Tool, anche su altri tipi di plc, convertono il 60-70%  di una applicazione. Il resto occorre modificarlo a mano.

A partire dal SP2 della versione V11 di Step7 Basic è possibile, con un tool aggiuntivo, provare a convertire anche applicazioni realizzate in S7-200 verso il nuovo plc S7-1200. Qui pero’ siamo ancora allo stato dell’arte, e bisogna verificarne l’efficacia.

Niente paura per chi utilizza il vecchio Step7 Professional. In primis perché il nuovo Step7 integrato in Tia Portal, al di la della veste grafica, mantiene le stesse istruzioni e funzioni del vecchio ambiente. E poi per i tempi legati alla penetrazione della nuova piattaforma, in un mercato cosi’ largamente eterogeneo, e tipicamente non troppo ricettivo alle novita’ “software”.

Concludendo, lo sforzo di Siemens e’ lodevole e va nella direzione giusta. Ambiente confortevole (anche se la grafica e’ da migliorare) piena rispondenza alle normative internazionali, integrazione reale tra i vari plc e Display, non tutti i moduli hardware sono ancora presenti, insomma… Prodotto ancora in fase di crescita. La sfida degli ambienti software plc e’ lanciata. Chi rispondera’ per primo?

Al prossimo articolo, Gilberto.

La foto e i marchi registrati presenti in questo articolo sono di porprieta’ di Siemens AG.

A proposito del Tia Portal
Tagged on:
  • vincenzo

    Be mamma siemens e’ grande anche se potrebbe sicuramente fare in modo di far girare con meno cavi in borsa e di avere un unico software per tutto, forse…..gratis.
    Sicuramente arriveremo a questo per un mercato piu’ flessibile a favore di chi studia!!!
    Sara’ la sfida dei big, chi capisce il mercato vince.!
    Fiorevince.plc

    • Anonimo

      Ciao vincenzo,
      Beh la strada intrapresa va proprio nella direzione di avere un unico ambiente dove poter programmare tutti i dispositivi, al momento restano fuori il Plc S7-200 e il vecchio S5. Per quanto riguarda il “Gratis”, difficilmente i grandi player del mercato rinunceranno al business del software, anche in futuro. Speriamo almeno che i prezzi diventino piu’ accessibili “per tutti”.

  • Mario

    Buon articolo, sintetico e completo. Penso di poter prendere in seria considerazione questo software e S7-1200 per i miei scopi, come tu ben sai. Certamente valutando i costi.
    Un caro saluto

    • Anonimo

      Ciao Mario,
      se hai intenzione di orientarti sul 1200 ti consiglio il kit base che comprende lo Step7 Basic V11,  un plc 1200 con cavo profinet di collegamento. Per iniziare e abbattere i costi va piu’ che bene.

  • Peppecarozza

    Come sempre un ottimo articolo a riguardo di un argomento importante come quello del Tia Portal. 
    In merito al software non ho ancora avuto modo di provarlo,ma da quanto ho potuto leggere in rete sembra un prodotto molto valido in quanto racchiude in se tutto il mondo Siemens, tranne ovviamente l’S7 200 che verrà rimosso dal mercato (a mio avviso prodotto molto valido dal punto di vista qualità/prezzo) e l’ S5 che ormai e già obsoleto.
    Mi piacerebbe provarlo, sono tentato di provare con il Kit.
    Peppe 

    • Anonimo

      Come gia risposto a Mario consiglio il kit Base. Anche perchè sembrera’ paradossale, ma c’e’ la possibilita’ di simulare il Basic Panel HMI!

  • Massimo Pompei45

    Ciao Gil, come sempre molto conciso e preciso nei tuoi commenti, ti leggo sempre volentieri. Volevo chiedere, esiste un corso base, rapido, pratico terra terra, per la programmazione di Pannel HMI, per me che sono digiuno di linguaggi Basic?
    Un saluto Massimo

    • Anonimo

      Ciao Massimo,
      il linguaggio basic c’entra poco con il Panel HMI. L’ambiente di programmazione (WinCC flexible) è un ambiente object oriented, molto semplice da utilizzare. Puoi creare applicazioni senza scrivere una riga di codice. Per quanto riguarda corsi specifici trovi un video sul mio corso avanzato su S7300 che spiega le basi del WinCC, con un esempio reale.
      In futuro preparero’ un videocorso ad hoc esclusivamente sui Basic Panel e su WinCC Flexible.
      Per il momento ti segnalo questo link dove scaricare un manuale getting start
      http://www.stefanosala.it/WinCC%20flexible%20Handbook%20Edizione%2011_2009.pdf

  • Ghiani Stefano70

    Ciao Gilberto, ancora un articolo di primissima attualità, da te scritto in maniera sintetitica, essenziale e precisa. Anch’io ti leggo sempre con molto piacere.
    Continua a scriverci e non abbandonarci.
    Saluti e buon  lavoro!

    • Anonimo

      Ciao Stefano,
      credimi, non ho nessuna di intenzione di smettere. Continuerò a scrivere e a fornire informazioni tecniche legate al mondo dei plc e degli scada.  

  • Daniele Sella

    Ciao Gilberto
    ti ringrazio per i tuoi consigli continui, che mi permette di restare al passo con i tempi.
    Ho trovato il corso base di Plc facile da assimilare, con molti contenuti e spiegati bene.
    Grazie ancora

    Daniele
      

    • gil46disq

      Ringrazio te Daniele per gli apprezzamenti.
      Spero che il percorso intrapreso ti sia di aiuto per raggiungere i tuoi obiettivi.

      Buon lavoro.